Quando penso a me stesso mi viene da sorridere.

Esperienze di vita, viaggi di lavoro e passione, fanno di me oggi un uomo ricco di voglia di comunicare.

Come? Con un uno dei lavori più poetici che conosca: il Cuoco.

+39 011 199 417 40
eduardo@vivirvegan.it

I Baci di DAMA!

30

Biscotti

20

Minuti di preparazione

15

Minuti di cottura

Sarà che sono ancora entusiasta da domenica scorsa

dove, in Farm Serenity, abbiamo presentato come preparare un menù completamente vegano a nuovi amici che sono andati via contenti.

Sarà che mi piace “condividere”, che amo gli amici, persone care con cui si arricchiscono ancor più le giornate…. per festeggiare quel che nasce di nuovo, per dar continuità all’unione che c’è, all’inizio di quella nuova, insomma ho pensato di coccolarci così: con i baci di dama! Con quali dolci possiamo rappresentare meglio l’unione tra le persone, l’amore che può nascere, la pazienza che aiuta a stare uniti? I baci di dama sono perfetti!!! Il profumo delle nocciole tostate, la farina integrale che tutto sposa, il malto, …, e non ultimo l’amato cioccolato che lega da sempre gli amati! Ecco i miei baci di dama … vegan ovvio… non pare vero nee? Sono anche di origine Piemontese, lo sapevate? … non sarò certo il primo a proporli e neanche l’ultimo ovvio… però adesso ci sono anche i miei … eccoli qui! ^!^

Ingredienti:

  •  200 g farina integrale
  •  200 g nocciole tostate
  •  150 g malto di riso
  • 1 C. cacao amaro
  •  4 C. olio di mais
  •  4 g bicarbonato
  •  sale
  • 1 arancia
  •  vaniglia
  • latte di riso
  •  1 barretta di cioccolato fondente

Preparazione:

Per prima cosa, anche se un po’ lunga, tritiamo le nocciole! Scrivo “lunga” , perché per ottenere un buon trito, consiglio di utilizzare un buon coltello da cucina piuttosto che le lame del mixer. Questo perché la velocità, scalderebbe le nocciole e quindi risulterebbe poi difficile non creare grumi . Se invece abbiamo un mixer con il quale si può sminuzzare con velocità ridottissime… procediamo pure… però piano mi raccomando! Quindi tritate le nocciole e setacciata la farina in modo da eliminare eventuali impurità, uniamo il tutto in un recipiente dove inizieremo a realizzare i nostri baci. Fatto ciò, versiamo il bicarbonato, un pizzico di sale, ½ cucchiaino di vaniglia, il cacao e mischiando energeticamente, amalgameremo il tutto. Da parte, in un pentolino a fuoco basso, sciogliamo il malto in ½ bicchiere di latte di riso e quando diluito, lo uniremo pian piano all’impasto che stiamo formando. Versiamo quindi i 4 cucchiai di olio di mais e mescolando, continuiamo ad amalgamare tutti gli ingredienti. Grattugiamo a questo punto un po’ di buccia di arancia  che mi raccomando di origine biologica (ma tutti i prodotti dovrebbero esserlo!), poiché la stessa trattiene i pesticidi usati nella coltivazione e continuiamo ad impastare. Fatto ciò, ora, per creare la consistenza giusta, versiamo piano del latte di riso, fino ad ottenere un impasto simile alla frolla. La sensazione, presa in mano la pasta, sarà quella che si attacca un po’ alle mani, ma stiamo lavorando bene… abbiamo l’impasto giusto! A questo punto, finito l’impasto, formiamo una palla che faremo riposare per circa un’ora in frigo. Dopodiché, con le mani inumidite, formeremo piccole palline uniformi, che premute leggermene in un lato, le adageremo su carta da forno per poi infornarle a 180°, per 15 minuti circa. Sfreddate non ci resta che unirle con del cioccolato* fondente fuso precedentemente sciolto a vapore.  Lasciamo riposare definitivamente in frigo per un’altra oretta, saranno pronti per perderci in baci passionali! 
nota* durante la preparazione finale dei baci, lasciate il cioccolato nel pentolino a fuoco basso in cui l’avete sciolto a vapore, in modo che non si solidifichi rapidamente!

Occhio a non esagerare…. Io stamattina me ne sono pappati ben 4  !!! 😛

altra importante nota : sono stato invitato (e intanto ringrazio!!!) ad un appuntamento mensile da La Tavola Rotonda . Ottima idea per dar continuità, per condividere temi importanti, come quello proposto questo mese: la comprensione! Allora non a caso, ripensando al tema, sposo questi baci di dama alla capacità di tolleranza… allo stare giunti, insieme! Credo fermamente che la comprensione possa aprire svariate porte, e che in modo fluido poi tutto scorra… . Darsi tempo, prima di prendere decisioni affrettate e con calma ritrovare l’unione che c’è. Come per questi baci, uniti da un ricco cioccolato prima sciolto e poi solidificato… Allora penso all’opportunità nel mettercela tutta prima di lasciare la nave… certo quando non si può, è utile andare, salvaguardare… ma con un pò di comprensione in più, forse si può arrivare lontani e vivere l’amore che c’è!   

Posta un commento