Quando penso a me stesso mi viene da sorridere.

Esperienze di vita, viaggi di lavoro e passione, fanno di me oggi un uomo ricco di voglia di comunicare.

Come? Con un uno dei lavori più poetici che conosca: il Cuoco.

+39 011 199 417 40
eduardo@vivirvegan.it

Seitan alla Veneziana

30

Biscotti

20

Minuti di preparazione

15

Minuti di cottura

Mentre sfogliavo un vecchio libro di medicina che ho in casa

mi è arrivato sott’occhio come in vita il fegato, non faccia altro che accumulare tossine presenti nei cibi.

Chiaro non sempre, però sempre di filtro si tratta! Così mi è venuto in mente il “buon” fegato alla veneziana, a cosa stupidamente abbiamo mangiato per secoli ed ancora si consuma…. senza pensare poi a come vengono maltrattate le povere oche, piuttosto che gli animali in generale, però andiamo avanti… “The show must go on“, anche se ce ne sarebbe da dire in merito… dicevamo fegato alla veneziana appunto. Allora, visto che ho abbracciato la filosofia vegana grazie a concetti antispecisti, piuttosto che per salute, credo sia importante tramandare vecchie ricette, però senza torcere un pelo a nessuno vorrei sottolineare! Quindi ecco il mio seitan alla veneziana piuttosto che l’amato fegato, che proprio non ha senso vederlo nel piatto… perché realmente come nel video sotto riportato, non so quanti avrebbero il “fegato” di mangiarselo se ce l’avessero davanti vivo…  io sicuramente no… voi?

Per quanto riguarda il video, nessuna malvagità tranquilli, solo sana coerenza giusto per pensare un po’… chissà… buona visione.

Ingredienti:

  • 100 g di seitan
  • una cipolla grossa
  • vino bianco
  • olio evo
  • aceto di mele
  • shoyu
  • pepe

Preparazione:

per prima cosa tagliamo a striscioline il seitan e lo lasciamo marinare per circa mezz’ora in salsa di shoyu. Dopodiché prepariamo la *cipolla, affettandola non troppo sottile, per poi adagiarla su una padella con olio evo caldo. La lasciamo cuocere per bene, facendo attenzione che non si attacchi e quando un po’ imbiondita, versiamo il vino (poco, giusto per dare sapore). Attendiamo alcuni minuti che l’alcool evapori, poi copriamo a fuoco basso per circa 10 minuti in modo che la cipolla cuocia bene, facendo comunque sempre attenzione che non si sciolga. Infine aggiungiamo il seitan precedentemente scolato dalla salsa (che non getterò comunque, ma che potrò usare per altri piatti in cucina!). Due cucchiai di aceto di mele e dopo pochi minuti, avendo cura di mescolare per bene perché i profumi si amalgamino,  a piacere aggiungo una grattata di pepe nero e servo caldo.

Buon appetito! ^!^* ho usato una cipolla rossa anche se la ricetta originale parla di cipolla bianca. Personalmente amo più la rossa… a voi la scelta!

Posta un commento